Studiare giapponese all’università (non farlo)

Autore

Categoria

Condividi

Sei un ragazzo che sta finendo le superiori e vorresti poi iscriverti a lingue orientali per studiare giapponese all’università? Questo articolo, più pippone che articolo è l’opinione di una persona che sarei io in arte Minkia, che in Giappone ci abita da molti anni e che conosce svariati italiani che hanno preso questa laurea … è un punto di vista di un singolo e non di tutti, sta a chi legge sapere prendervi spunti di riflessione e valutare cosa farne.

Studiare giapponese pippone introduttivo

Il consiglio se non si fosse capito dall’introduzione è di non iscriversi a lingue orientali! Nulla contro chi ha fatto questo percorso universitario, ma oggettivamente è una laurea che vale meno di zero. E va anche bene, sono dell’idea che si può studiare quello che piace e appassiona e non solo pensando alla prospettiva lavorativa … ma il problema è che in tre anni universitari si impara il giapponese quanto fare un corso in Giappone intensivo di soli tre mesi/sei mesi. E se il corso si allunga a nove mesi (studiando molto), si parla giapponese meglio del 98% dei laureati che ci hanno dedicato tre interi anni di studio!

Il giapponese non è un fine ma un mezzo

Questo vale per il giapponese come per qualsiasi altra lingua! Per trovare lavoro la conoscenza del giapponese è un ottimo mezzo, ma non si studia tre anni di università per imparare qualcosa che si può imparare da soli! Lo stesso corso di GiapponeseOnline.com è in grado di insegnare quello che si impara in un biennio universitario, terminato questo corso lo studente può continuare lo studio da autodidatta! Ma fare un corso online non si perdono tre anni di università!

Mi sono laureato in lingue orientali

Congratulazioni per la tua laurea! Adesso cosa fai? Vai in Giappone a perfezionare la lingua in una scuola intensiva? Queste scuole hanno corsi trimestrali, generalmente di 8 classi (4 trimestri = due anni studio) con la prima classe per chi parte da zero. Prima di iniziare il corso farai un’esame per valutare la tua conoscenza e dal risultato la scuola ti assegnerà la classe … il 20% di questi ragazzi che ripeterò decine di volte nell’articolo hanno studiato tre anni giapponese all’università, vengono messi nella terza classe insieme a quelli che hanno iniziato a studiare da zero solo sei mesi prima … il 75% che sono la maggioranza li mettono nella seconda classe con chi studia giapponese da tre mesi … e il 5% di sfigati pace all’anima loro, addirittura vengono messi nella prima classe con chi non conosce nulla di giapponese se non forse l’hiragana (laureati – tre anni di studio, in classe con chi non parla una parola).

Adesso che lo sai, vuoi ancora dedicare tre anni a studiare giapponese all’università per finire in Giappone in una seconda/terza classe con chi ha iniziato a studiare da solo tre/sei mesi? Non sarebbe meglio studiare da autodidatta o farsi un corso trimestrale/semestrale in Giappone che non è gratuito, ma non costerà mai quanto tre anni di università? E usare tre anni per laurearsi in altro?

Studiare giapponese in Giappone

Nelle scuole intensive i tuoi compagni di classe saranno per il 60/70% asiatici e 30/40% occidentali, questa percentuale varia da scuola a scuola. Potresti essere l’unico italiano della classe o avere uno o massimo due compagni della tua nazionalità, in alcuni casi potresti essere l’unico italiano dell’intera scuola … durante le lezioni gli insegnanti parleranno solo giapponese, nessuna parola o spiegazione in lingua inglese! Neanche scritta, tutto e solo giapponese! Ci si può rivolgere all’insegnante solo in giapponese! Questo anche per chi parte dalla prima classe dove la conoscenza del giapponese è zero assoluto!

I tuoi compagni diventeranno i tuoi amici di questa esperienza di studio, parlerai con loro solo giapponese! Tre ore al giorno di lezione per cinque giorni la settimana, mini test giornalieri ad inizio e fine lezione, un test approfondito della settimana generalmente di venerdì, un mega test a metà trimestre e il super test alla fine trimestre! E se non passi il super test, perdi il trimestre e lo rifai! … Ovviamente se vuoi tenere alta la media dei voti, alle tre ore di lezione aggiungi non meno di quattro ore di studio giornaliere.

Dalla terza classe si studiano 8 kanji al giorno per cinque giorni la settimana, che sono 160 kanji al mese! È un metodo di studio intensivo e molto stressante per corpo e mente, ma dopo sei mesi il giapponese si impara veramente e non dopo tre anni!

Ok scuola intensiva, ma non sono ricco

L’università si può frequentare tornando a casa dai genitori la sera, oppure trasferendosi in una nuova città pagando un affitto. Nel primo caso moltiplica tre anni di trasporti, tasse universitarie, piccole spese quotidiane per mangiare, vita sociale con i compagni … 400/600 euro al mese che sono 5/7mila euro l’anno, quindi circa 15/20mila euro tre anni? E nel caso in cui dovessi pagare un affitto, bollette e spesa? Anche condividendo un appartamento una città come Roma, Milano o Venezia una stanza singola non costa meno di 500 euro, aggiungendo tutti gli altri costi siamo a 1000/1200 euro al mese? Che sono circa 35/45mila euro per un triennio di studio fuori casa dei genitori!

I costi che si affrontano per un percorso universitario sono un investimento sul futuro della persona e non c’è modo migliore di spendere i soldi quando ti danno una formazione, ma che senso ha spendere questi soldi e investire tre anni di tempo quando in solo sei/nove mesi in Giappone impari di più?

Un corso in una scuola intensiva in Giappone costa circa 450 euro al mese, da aggiungere 400 euro per una stanza singola in una guest house … aggiungiamo altri 300/400 euro per trasporto e cibo. Per un mese di scuola e costo vita siamo sui 1.200 euro, che condividendo la stanza con qualcuno possono scendere a 1.000 euro. Aggiungiamo 600 euro di aereo per arrivare in Giappone! … se farai un corso trimestrale pagherai circa 3.500-4.000 euro, se farai un semestre circa 6.500-8.000 euro! E ti garantisco che in un semestre in una scuola intensiva (con il dovuto studio da mattina a sera), oltre fare una delle esperienze più belle della tua vita e conoscere compagni di mezzo mondo, parlerai giapponese meglio che studiare tre anni in un’università di lingue orientali in Italia!

Su richiesta, queste scuole trovano piccoli lavori come cameriere o altro di massimo 28 ore settimanali … lavorare non è consigliabile se si frequenta solo un trimestre perché la performance di apprendimento scende di molto, ma dal semestre all’anno di studio permette di ridurre del 60% i costi con i guadagni dal lavoro … non bisogna essere ricchi per studiare sei mesi giapponese in Giappone, bisogna esserlo per studiare tre anni in Italia!

Questo articolo non è incentivare ad andare a studiare giapponese in Giappone, ma è disincentivare ad iscriversi a lingue orientali in Italia!

Se non studio lingue orientali, cosa faccio?

Fai quello che vuoi, drogati, lavora, vai su Tinder, iscriviti a qualunque facoltà ti insegni qualcosa … ma non prendere un percorso di studio dove andresti ad imparare in tre anni quello che impareresti in Giappone in 180 giorni.

Ma io voglio andare a vivere in Giappone

Allora inizia da adesso a studiare giapponese … ma non è l’università in lingue orientali la giusta strada per andare a vivere in Giappone. Iscriviti al corso di GiapponeseOnline.com, studia almeno due ore al giorno e se studi con continuità finirai il corso in circa 8-10 mesi. Terminato il corso avrai la base per continuare a studiare da solo con i maggiori libri usati in mezzo mondo che sono scritti solo in giapponese!

Ma una laurea ha comunque un valore

In Giappone se presenti la tua laurea in lingue orientali con il massimo dei voti è come non averla … esiste solo un attestato riconosciuto in Giappone che certifica la conoscenza della lingua giapponese, si chiama Noryoku Shiken (JLPT) CLICCA QUI ed è un esame ufficiale dello stato giapponese che viene svolto in tutto il mondo una volta l’anno, in Giappone due volte. In Italia si può fare a Roma, Milano e Venezia.

Il JLPT è suddiviso in 5 livelli, il JLPT5 è il più elementare e il JLPT1 il più complesso. Chi ottiene la certificazione JLPT1 ha certificato la massima conoscenza della lingua e dei kanji, ma basta il JLPT2 per avere le porte spalancate al 95% dei lavori. Alcuni studenti di lingue orientali laureati, quando va bene riescono a prendere il JLPT4, quelli più sfigati passano il JLPT5 e qualche genio particolarmente studioso riesce a passare il JLPT3 (tre anni dedicati di studio) … chi fa un anno e mezzo di scuola intensiva in Giappone (sesta classe) partendo da zero senza lavorare e quindi studiando tutto il tempo ha il JLPT2 assicurato … un anno e mezzo/ due anni (sesta-ottava classe) il JLPT1! … sia chiaro che non lo regalano, bisogna studiare tanto!

Studiare giapponese all'università

A lingue orientali si studia anche altro

Bisogna scegliere due lingue, di cui una sarà quella principale e visto il tema dell’articolo sarà il giapponese … ma se tre anni dedicati di giapponese come prima lingua impari come 180 giorni in una scuola intensiva in Giappone, come pensi ti venga insegnata la seconda lingua che è meno importante della prima? E se la seconda lingua fosse orientale, magari il cinese che è trenta volte più complesso del giapponese, oltre studiare i saluti e contare fino a dieci cosa pensi di imparare?

Ovviamente ci saranno anche corsi di cultura, legislatura, storia asiatica e altro, tutte materie che migliorano la tua cultura ma che non ti servono concretamente a niente … se vuoi imparare queste cose guarda dei documentari su YouTube o comprati un libro di storia del Giappone.

Allora non devo studiare giapponese?

Non ho detto questo, ho detto di non prenderlo come percorso di studio universitario … se vuoi studiare giapponese avrai i tuoi motivi, fallo! Ma non buttare via soldi e anni per quello che puoi imparare in 1/5 del tempo in una scuola in Giappone o da autodidatta con GiapponeseOnline.com … poi la vita, soldi e tempo sono i tuoi 🙂

Il Giappone mi piace, ma non voglio viverci

Un motivo in più per non iscriverti a lingue orientali … il giapponese non è una lingua difficile se studiata con costanza, ma se non si parla con continuità si dimentica, soprattutto i kanji. Se fai lingue orientali e non vivrai in Giappone o non parlerai, dopo meno di un paio di anni il tuo cervello cancellerà e il giapponese che conoscevi lo perderai … e in quel momento rimpiangerai di avere dedicato tre anni di università per avere imparato una lingua che avrai in gran parte dimenticato.

E gli italiani che abitano in Giappone?

In Giappone ci sono tre tipologie di italiani. Quelli che hanno fatto lingue orientali, appena arrivano in Giappone si rendono conto che la loro conoscenza è tale da riuscire ad ordinare al ristorante, chiedere indicazioni stradali e affrontare discorsi elementari … queste persone concordano che gli anni di studio non gli sono serviti per avere molto di più rispetto agli italiani arrivati senza nessuna conoscenza della lingua. Chi è laureato in lingue orientali ha un vantaggio di tre/sei mesi e nei casi migliori nove mesi rispetto a chi non ha nessuna conoscenza di giapponese. Vuoi essere una di queste persone?

Il secondo gruppo di italiani sono sposati con cittadini giapponesi, se non imparano la lingua dal partner o sul posto di lavoro frequentano un corso di tre mesi fino ad un anno di scuola intensiva … se il loro giapponese è zero assoluto partono dalla prima classe e dopo tre mesi quando iniziano la seconda si trovano nuovi compagni arrivati dall’Italia appena laureati o laureandi con tre anni di studio!

Il terzo gruppo di italiani sono chi ha una qualifica specifica come artisti, ricercatori, tecnici, designer, informatici, insegnanti … o altro purché ci sia una qualifica alla base. Se queste persone hanno una qualifica è perché hanno avuto la saggia idea di non iscriversi a lingue orientali, la loro qualifica non gli è stata regalata ma appresa dal percorso di studi che hanno fatto.

Non ho qualifiche, posso vivere in Giappone?

Se studi lingue orientali certo che non hai qualifiche. La lingua giapponese non è una qualifica ma un mezzo! Anche se dimostrata con un JLPT1, non da’ diritto al visto per vivere in Giappone. Per riuscire a vivere in Giappone senza essere sposati ed avere un visto matrimoniale, serve un lavoro qualificato … e non è lavorare in un ristorante italiano o alla reception di un hotel con il giapponese perfetto. Chi studia lingue orientali tre anni, arriva in Giappone e ci rimane da tre mesi ad un anno di media come studente, anche se è possibile estendere il visto di studio fino a due anni. Terminata la scuola il livello di giapponese si alza notevolmente, ti salutano tutti con un grande inchino e tornerai in Italia perché non troverai un lavoro qualificato in grado di darti un visto … non è la regola, ma va quasi sempre a finire così.

Parlo per esperienza personale … di una quarantina di persone che ho conosciuto e che hanno fatto questo percorso, volendo tutte rimanere in Giappone, solo tre/quattro ci sono riuscite! Quindi circa un 10% … adesso ti è chiaro come funziona?

Se chi avesse fatto lingue orientali avesse scelto altro, ingegneria o design per sparare facoltà a caso, in Giappone avrebbe fatto un corso di sei/nove mesi per imparare la lingua e con la sua laurea avrebbe trovato un lavoro specifico e qualificato che gli avrebbe dado diritto ad un visto lavorativo … non è certamente matematico, ma penso che la possibilità di riuscirci passi dal 10% al 50% … percentuale che diventa 90% quando si è ricercatori.

Ma con lingue orientali guardo gli anime

A questa osservazione posso solo che mandarti a fare in culo … 😉 e sappi che dopo tre anni di lingue orientali non riusciresti neanche a comprendere un anime realizzato per bambini delle scuole elementari, lo capiresti forse solo grazie alle immagini (^_^)

Allora come studiare giapponese?

In italia con GiapponeseOnline.com … sono un ex-studente soddisfatto e so quanto ho imparato e quanto mi sia servito prima di venire in Giappone a vivere, quindi lo consiglio continuamente come fanno altri centinaia di loro studenti … se farai questo corso e andrai in Giappone a frequentare una scuola intensiva, inizierai dalla seconda classe … esattamente come laurearti in lingue orientali ma senza perdere tre anni di tempo e soldi!

Dovute precisazioni

Questo articolo è stato scritto con il riferimento “università di lingue orientali” come se fossero tutte uguali, non è così! La Ca’ Foscari a Venezia è un’eccellenza, ma è solo una di tante università. Anche se ti laurei in questa università e prendi un JLPT3 (3 anni di studio dedicato) o un JLPT2 con i voti minimi tirati, con una scuola intensiva servirebbe 1/3 del tempo … quindi se vorrai fare questo percorso di studio, almeno scegli questa eccellenza.


Hai fatto lingue orientali? Scrivi gli insulti sotto nei commenti, grazie!


Vota questo articolo
[4 Voti - Media 4 su 5]

Autore

Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui